Consulenza SEO
Consulenza SEO

Home - Profilo - Archivi - Amici - Album fotografico

Landing page: che cos'è?

Inviato il Mar. 28, 2013 alle 20:03 - 0 Comments - Invia un commento - Link

Nel settore sconfinato del marketing c'è un'area soprannominato proprio web marketing, ovvero tutto ciò che descrive pubblicità online. Negli ultimi anni ci siamo sicuramente resi conto che la pubblicità sul web va moltissimo. Pure i video di You tube, prima liberi da qualsivoglia pubblicità oggi presentano una promo pubblicitaria prima di partire per mostrarci i filmati che vogliamo visualizzare. Dunque pubblicità ovunque ed uno fra gli strumenti del web marketing è indubbiamente la landing page. Ma di che stiamo parlando?

Vi sarete sicuramente accorti che quando cliccate un link o anche solo una particolare pubblicità si apre una pagina diversa. Ma che cos'è codesta pagina? Non è altro che lo sviluppo degli oggetti che troviamo nella pubblicità che avete cliccato, dunque se su un sito internet vedete un bunner con la pubblicità dei pannolini, il landing page vi dirà di più dei suddetti pannolini, semplicemente. Queste pagine molte volte sono migliorate, ovvero coincidono con una precisa keyword per in maniera maggiore presenti sui motori di ricerca come per esempio Google.

Persistono due tipi di landing page, vediamo quali.

Landing page di consultazione, che danno notizie all'utente,tante volte contenenti esclusivamente testo o qualche altro elemento.
Landing page di transazione: queste sono le pagine più diffuse, e vengono impiegate per mettere in vendita servizi di vario tipo,o prodotti specifici,con  compilare di form o moduli online.L'obiettivo di queste ultime landing page è fare in modo che l'utente medio giunga sulla la pagina e che completi quella specifica operazione.
La quantità di utenti che raggiunge la landing page e che porta a termine l'operazione, prende il nome di “tasso di conversione”.
Qualche esempio di questo tale tipo di landing page, lo ritroviamo nei siti di incontri

Come avere una landing page di successo?

È necessario che sia adatta su tutte le piattaforme, molte volte proprio quelle più semplici in html sono le più fruttuose.

La richiesta per il cliente deve essere semplice, non si deve dare l'immagine al cliente di invitarlo a fare qualcosa di complesso. Questo oltre alla presenza di offerte appetibili catturano il cliente.  


Consigli per strutturare una email pubblicitaria

Inviato il Mar. 14, 2013 alle 20:32 - 0 Comments - Invia un commento - Link

Consigli per strutturare una email pubblicitariaInviare le email, in altre parole le famose newsletter sono mezzi indispensabili per chi come le imprese ha necessità di mantenere vivo un rapporto con i loro clienti. Per chi è inesperto del web esistono anche corsi di email marketing per le aziende di piccole o medie dimensioni che si espongono alla pubblicità online ma non hanno proprio idea da dove partire. In questi corsi, con durata di poche ore e che si possono fare persino in rete, viene spiegato come realmente scrivere una mail pubblicitaria da inviare ai propri clienti.Di seguito potrete leggere alcuni esempi. L'e-mail deve essere strutturata basandosi su quello che l'impresa propone, deve essere semplice da leggere e non con tanto scritto poiché viene cestinata dal lettore dopo soltanto due righe. Infatti è dimostrato che attirano più video ed immagini in confronto alle cose scritte, in base a delle statistiche un utente medio vorrebbe guardare un video della durata di 2 minuti anziché leggere 1 pagina intera. Quindi la cosa fondamentale è l'immediatezza andando subito al sodo in modo tale da colpire il cliente.Allo stesso modo,come per le parole, persino le immagini devono essere chiave in altre parole devono far intendere immediatamente il messaggio senza lasciare il cliente nella titubanza di non aver inteso nel modo giusto quello l'e-mail voglia dire. In parole diverse il significato deve saltare in modo diretto agli occhi con estrema semplicità. Generalmente le aziende conoscendo il loro target di pubblico, scelgono cosa aggiungere nelle proprie e-mail, testo o immagini o anche video.

http://www.emarketmedia.net/email-marketing/


Che parola chiave adoperare?

Inviato il Jan. 31, 2013 alle 11:03 - 0 Comments - Invia un commento - Link

Qualsivoglia promozione di web marketing si basa sulla scelta attenta delle parole chiave. Questo è il primo step per la fondazione di uno spazio web il quale voglia realizzare un eccellente collocamento sui motori di ricerca. L'individuazione della parola chiave è un impegno difficile giacchè è indispensabile mettersi proprio nelle vesti del soggetto e ragionare come i tanti utenti che sempre scovano e fanno click sulla rete. È utile dunque pensare guardando il suo modo di fare, capendo ciò che chiede e valutando le sue valutazioni per ricercare. Il soggetto tenta di affinare molto di più la sua indagine in maniera da non smarrirsi su tanti siti piuttosto andare al sodo. Per far ciò utilizza parole chiave il quale identifichino la cosa del suo cercare.  

La keyword deve essere decisa accuratamente perchè rappresenta ciò il quale fa in modo da far arrivare molta gente sul nostro sito, rappresenta la cosa più d'importanza del web marketing. Però la “clientela” deve essere valutata nello specifico perciò il vocabolo deve essere molto particolare in modo tale che l'utente non sarà solamente di visita ma che resti maggiormente sulle nostre pagine. Ad esempio se deteniamo una ditta il quale rivende prodotti per la casa auspicheremmo che tutti gli allettati a ciò che offriamo scovino immediatamente su Google il nostro sito. Bisogna seguire poche regole.  

Migliorare il nostro sito web in modo da far sì che sia posizionato in alto sui motori di ricerca, detenere un ideale gruppo: tutto ciò significa scegliere una adatta parola chiave che non sia generica piuttosto particolare. Ad esempio se possediamo una pagina web di vesti, non prendiamo la keyword vestiti piuttosto affondiamo nel particolare vestiti donna o magari abiti eleganti.

Meglio avere una pagina web poco visitato ma dove gli utenti comperano invece di una pagina con tanta affluenza però dove gli utenti ci sono di passaggio solo. Ciò capita quando la keyword è troppo generica, infatti gli utenti si confondono e non scovano quello che cercano.  

http://www.emarketmedia.net


Suggerimenti su come aumentare i risultanti SEO nelle landing page

Inviato il Jan. 3, 2013 alle 01:47 - 0 Comments - Invia un commento - Link

Una landing page è una pagina web che ha il fine di stabilire una vendita.

Nel web marketing, la landing page è la determinata pagina che è raggiunta dal pubblico dopo aver cliccato su un particolare collegamento o su di una pubblicità, oppure adesso accade che la pagina sia perfezionata per una specifica parola chiave ovvero una frase, così da attirare i motori di ricerca.

La meta precipuo di una landing page è quello di condurre il maggiore quantitativo di visitatori su uno specifico sito e trasformarli da visitatori incuriositi a clienti.

Esistono tecniche specifiche affinchè i motori di ricerca puntino a queste landing page, mediante l’utilizzo di parole chiave primarie e secondarie.

Nel disegnare una landing page valida è necessario per cominciare, determinare l'oggetto primario della pagina, in modo tale da poter riconoscere correttamente tutte le parole chiave.Allo scopo di ottenere un buon prodotto, per di più, la strategia SEO da seguire è quella di realizzare una specie di rete di collegamenti che conducono alla propria landing page.

Il posizionamento organico adoperando la piattaforma pubblicitaria

Inviato il Dec. 13, 2012 alle 01:31 - 0 Comments - Invia un commento - Link

Il posizionamento organico adoperando la piattaforma pubblicitaria

dai un'occhiata a questo sito

Per un buon posizionamento su Google si adoperano esclusivamente le tecniche SEO e il pay per click di Google Adwords. Mentre il SEO ottimizza il posizionamento organico, Google Adwords crea messaggi pubblicitari a pagamento.

Utilizzando Google Adwords è facile pubblicare messaggi pubblicitari testuali, immagini e video, sulle pagine degli esiti della ricerca e sui siti della rete di contenuti di Google.

Adoperando questa piattaforma diretta alla pubblicità per i propri messaggi pubblicitari si può uscire tra i risultati sponsorizzati su Google che si possono notare sulla parte destra della pagina dei risultati, e si pagherà per ciascun click che si riceve su uno specifico annuncio pubblicitario. Oltre a creare un notevole guadagno verso il sito, è lo stesso fondamentale riuscire a far restare i visitatori a lungo, cercando di coinvolgerli e istituire un contatto con loro.

Una volta sviluppato il traffico con Google Adwords nelle keywords che ci interessano, si deve metterle in una pagina denominata “landing page” in cui sono collezionate le e-mail dei clienti in modo da organizzare una mailing list tramite la quale è possibile incrementare il proprio business. Una cosa da puntualizzare è che su Addwords targettizzare e delineare il presumibile cliente non vuol dire mostrare i nostri messaggi pubblicitari a più clienti possibili bensì, implica non mostrarli a tutti coloro i quali non sono interessati al prodotto oppure al servizio che stiamo pubblicizzando.

Questo si può fare proprio attraverso l’impiego di Adwords che permette di raggiungere sul web soltanto gli utenti interessati e quando eseguono la precisa ricerca.

Per avviare un’ottima campagna ci si deve porre un paio di quesiti, ad esempio:

- Cosa vuole il cliente;

- la descrizione dei benefici del prodotto o del servizio in base a quello che pensa il cliente;

- il budget disponibile;

- le tempistiche;

- se il sito risponde decentemente alle richieste degli utenti;

- se il sito è facile da utilizzare, e le pagine di destinazione della campagna sono abbastanza persuasive.


« Ultima pagina :: Prossima pagina »